© 2023 Studio Emme della dott.ssa Mariangela Moretto p.i. 02435900747

  • Grey LinkedIn Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Facebook Icon
LOGO-NAZIONALE.png
Please reload

Post recenti

Obbligo di fornire il preventivo e nuova legge sulla concorrenza - legge del 4 agosto 2017, n. 124

August 31, 2017

1/1
Please reload

Post in evidenza

Aprire un punto vendita: come aggirare il versamento del deposito cauzionale nel contratto d'affitto.

December 21, 2017

 

 I mesi di Gennaio e Febbraio sono - solitamente - i mesi più scelti dagli imprenditori per l'apertura di un punto vendita al dettaglio.

Questo accade perchè non ci sono all'orizzonte lunghi periodi di ferie che sospenderebbero le vendite.

 

In questo articolo noi affronteremo uno dei principali problemi che attanagliano chi decide di aprire un punto vendita: il contratto di locazione commerciale e, nello specifico, il versamento della caparra al proprietario che, troppo spesso, la pretende.

Il nostro obiettivo è quello di fornire al lettore una valida alternativa a questo aspetto che, se affrontato con poca preparazione, potrebbe addirittura allungare i tempi di apertura del punto vendita.

 

COSA ACCADE OGGI

Nel momento in cui si decide di affittare un locale commerciale, il proprietario pretende il versamento di tre mesi di affitto come deposito cauzionale, più il primo mese d'affitto.

La legge (Art. 11 della legge 27 luglio 1978, n. 392) disciplina in modo molto snello questo onere e dice solo che:

  • il deposito cauzionale non può essere superiore a tre mensilità del canone (sia che si tratti di locazione ad uso abitativo che commerciale (Cass. sent. n. 14470 del 30.05.2008)

  • la somma versata produce interessi legali

  • tali interessi devono essere corrisposti al conduttore alla fine di ogni anno. Se il locatore non li ha restituiti annualmente, è tenuto a versarli al termine della locazione in un’unica soluzione (Cass. sent. n. 9287/1987)

  • una volta cessata la locazione, il deposito cauzionale va restituito al conduttore. Tale obbligo per il locatore scatta solo al termine della locazione, ed a condizione che il conduttore abbia integralmente adempiuto a tutte le proprie obbligazioni (Cass. sent. n. 538/1997).

Occupandoci di #imprese senza mai perdere d'occhio le necessità delle #persone , non abbiamo problemi a scrivere che questa pratica, così concepita, obbligherebbe di fatto il locatario a versare anticipatamente 4 mesi al locatore e questo, a nostro avviso, potrebbe rappresentare una difficoltà per chi si sta impegnando in un cospicuo investimento.

 

 

L'ALTERNATIVA AL DEPOSITO CAUZIONALE

 

La più comoda alternativa al versamento di un deposito cauzionale potrebbe essere una polizza assicurativa che coprirebbe eventuali inadempimenti del locatore o del locatario.

Per stipulare il contratto entrambe le parti devono essere d'accordo sul compromesso  e "fidarsi" della compagnia di assicurazioni.

Il ricorso alla polizza assicurativa deve essere inserito all'interno del contratto di locazione e non deve avere un costo superiore ad una mensilità.

Questo tipo di polizze permettono al locatario di risparmiare 3 mensilità su 4 e di avere una somma di denaro pronta ed utile all'avvio della nuova attività, affrontando più serenamente i primi mesi di attività, che solitamente servono al punto vendita per avviare le vendite.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici