© 2023 Studio Emme della dott.ssa Mariangela Moretto p.i. 02435900747

  • Grey LinkedIn Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Facebook Icon
LOGO-NAZIONALE.png
Please reload

Post recenti

Obbligo di fornire il preventivo e nuova legge sulla concorrenza - legge del 4 agosto 2017, n. 124

August 31, 2017

1/1
Please reload

Post in evidenza

Cookies e dati personali: un altro punto di vista che vale la pena di considerare.

January 7, 2019

In questi ultimi mesi si è parlato molto di privacy.

Studio Emme è stato impegnatissimo nel fornire consulenza e formazione circa questa delicata materia e tutto si è concentrato in una breve porzione di tempo, come oramai avviene sempre nel nuovo mondo globalizzato.

 

I giganti della comunicazione sono stati messi in ginocchio a causa dell'uso che facevano dei nostri dati personali di cui è venuta alla ribalta l'importanza - che avremmo già dovuto conoscere - ed abbiamo scoperto il prezioso valore delle nostre abitudini che queste prestigiose aziende registravano ed utilizzavano per i loro scopi.

 

In questo ambito io mi permetto di andare "controcorrente" e fare una valutazione su quanto, invece, la condivisione di questi dati possa aver giovato alla nostra esperienza di navigazione che, nel mondo nuovo che ci siamo costruiti, ha penetrato il nostro sistema di vita pratico, fisico, non virtuale, reale.

 

Ritengo che un contributo di questo tipo sia necessario al fine di evitare la "demonizzazione" di un fenomeno che comunque ha cambiato la nostra quotidianità, probabilmente in meglio.

 

Ci siamo mai chiesti quanto tempo abbiamo risparmiato nel cercare online una risorsa della quale abbiamo bisogno?

 

Proviamo a porre l'esempio di una donna in vacanza nel 2010 ed un'altra in vacanza nel 2018. Entrambe si trovano nella località turistica di Monopoli e cercano un luogo conveniente in cui pranzare.

 

La donna del 2010 si collega con il suo cellulare ad internet (a costi piuttosto elevati) e cerca online "ristorante Monopoli", trovandosi davanti una serie di link che deve visitare (uno per uno) fino a scegliere il ristorante in cui pranzare - con il rischio ulteriore di trovare un ristorante "Monopoli" che magari ha sede a Varese. Fatto questo deve chiedere informazioni per raggiungere l'indirizzo fisico in cui lo stesso ristorante si trova.

 

La donna del 2018 si collega con il suo smartphone (a tariffe flat), inserisce le stesse parole nella ricerca e riceve una serie di risultati vicini alla sua posizione, facilmente raggiungibili ed in linea con la sua disponibilità a pagare un pranzo, oltre che una serie di valutazioni sul ristorante fornite da altri utenti.

 

La donna del 2018 ha usufruito di una esperienza di navigazione coerente con le proprie esigenze e le proprie inclinazioni e ciò è stato possibile grazie ai dati condivisi tramite suo smartphone come la posizione GPS, le passate ricerche effettuate online, le preferenze espresse sui social network e la cronologia dei siti internet visitati in precedenza.

 

Questo articolo non ha l'intento di giustificare l'uso scorretto dei nostri dati (come ad esempio il venderli alle società di telemarketing) ma il proposito di giustificare la cessione di un pò della nostra privacy in cambio di un miglioramento della nostra vita quotidiana.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici